Lo sbiancamento è una metodica professionale per rendere i denti più bianchi.

I fattori che incidono sul colore dei denti sono:

  • fumo;
  • caffè;
  • liquirizia;
  • coloranti degli alimenti.

Molte persone sentono la necessità di una dentatura più bianca per sentirsi più sicuri con se stessi e nei rapporti con gli altri.

Lo sbiancamento professionale utilizza come materiale più diffuso il perossido di idrogeno a determinate concentrazioni. Questo materiale, sottoposto alla luce di determinate lampade, libera ossigeno che, a sua volta, penetra nello smalto dei denti rendendolo più bianco.

Pazienti con denti molto gialli possono richiedere più di una seduta di sbiancamento.

Di solito, dopo lo sbiancamento si può avvertire sui denti una leggera sensibilità a caldo e freddo che, però, scompare entro un paio di giorni.

Nelle 48 ore successive alla seduta è opportuno evitare di fumare e di assumere cibi e bevande colorate.

Visita la photogallery dell'Igiene oraleVAI >>